cover
Antibiotico Resistenza

Associazioni di antibiotici: quando 2 è meglio di 1

Articolo di Enrico Tagliaferri Alberto Farese

Nell'ambito della terapia empirica, la letteratura spesso ci indica 2 elementi chiave per la guarigione dell'infezione e il positivo esito clinico del malato: l'appropriatezza, cioè l'utilizzo di antibiotici cui il germe risulta sensibile in vitro, e il timing, cioè il lasso di tempo che passa tra l'inizio dell'infezione e l'inizio della terapia antibiotica: l'associazione di 2 o più antibiotici può avere il senso di allargare lo spettro d'azione, in modo tale da aumentare la probabilità di mettere in atto già in fase empirica una terapia appropriata nel minor tempo possibile: nella sepsi grave e nello shock settico la tempestività (timing) dell'inizio della terapia influenza la mortalità1, e le linee guida della Surviving Sepsis Campaign raccomandano l'inizio di una terapia antibiotica ad ampio spettro nelle prime 3 ore2.

Antibiotico Resistenza

Associazioni di antibiotici: quando 2 è meglio di 1

Articolo di Enrico Tagliaferri Alberto Farese

Nell'ambito della terapia empirica, la letteratura spesso ci indica 2 elementi chiave per la guarigione dell'infezione e il positivo esito clinico del malato: l'appropriatezza, cioè l'utilizzo di antibiotici cui il germe risulta sensibile in vitro, e il timing, cioè il lasso di tempo che passa tra l'inizio dell'infezione e l'inizio della terapia antibiotica: l'associazione di 2 o più antibiotici può avere il senso di allargare lo spettro d'azione, in modo tale da aumentare la probabilità di mettere in atto già in fase empirica una terapia appropriata nel minor tempo possibile: nella sepsi grave e nello shock settico la tempestività (timing) dell'inizio della terapia influenza la mortalità1, e le linee guida della Surviving Sepsis Campaign raccomandano l'inizio di una terapia antibiotica ad ampio spettro nelle prime 3 ore2.